PROVARE UN WOOLRICH A -20 GRADI SI PUÒ!

woolrichA Milano in Corso Venezia 3 ha appena aperto il nuovo flagship store Woolrich International un store dal format unico ed assolutamente innovativo che racchiude in se la creatività italiana, il dna americano e la cultura  giapponese. La cultura giapponese perché il negozio di 700 metri è stato progettato dallo studio giapponese di M. Katayama e racchiude al suo interno un giardino, sempre in stile giapponese, dove si possono guardare, toccare e persino comprare piante di ogni genere dalle grasse ai bonsai; la creatività italiana perché il direttore creativo è l’italiano A. Cané che ha impresso il suo tocco ovunque; il dna americano perché il know how tessile  e l’abbigliamento outdoors fanno parte del patrimonio dell’azienda americana.

woolrichQuesto store, seguendo la filosofia della customer experience, che fa abbandonare i negozi aperti in serie in favore di negozi con l’anima, si propone di far fare al cliente un vero e proprio viaggio emozionale all’interno del brand raccontandone allo stesso tempo la storia. Non dimentichiamo che la Woolrich nasce in America nel 1830 ed è famosa per i capispalla, soprattutto parka, e l’abbigliamento outdoor adatto ad i climi più rigidi; basti pensare che il primo parka è stato creato nel 1972 per i lavoratori di un gasdotto in Alaska e da allora le tecnologie hanno permesso di migliorare ancora la resistenza al freddo e al vento.

woolrichA questo scopo nei primi due spazi del negozio non ci sono prodotti in vendita, ma capi d’archivio e arredamento vintage arrivato qui da Woolrich, il piccolo paese della Pennsylvania dove tutto è nato. Troviamo poi le aree dove rilassarsi, ricaricare lo smartphone e prendere un caffè. La ciliegina sulla torta, quella per la quale vale fare almeno una visita a questo flagship store, è la “extreme weather experience room” una stanza tenuta a -20 gradi per sperimentare le performance dei capi nelle condizioni estreme per le quali sono stati progettati. Avremo così una risposta certa alla domanda “ma siamo sicuri che poi in quota a Capodanno non avremo freddo?”

Write A Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.